cicciottino

Lilypie Kids Birthday tickers

cicciottina

Lilypie Kids Birthday tickers

venerdì 26 novembre 2010

isteria

mio marito mi "evita", non mi cerca, non mi coccola, non mi bacia, comunichiamo granchè..dice che detesta la mia inerzia.
-la tua distanza mi butta ancora più giù-


mia madre: poverino, non solo ti mantiene..
-è questo un rapporto d'amore? comunque grazie!-

può una persona sull'orlo della depressione, che [tra gravidanze, aborti, parti, allattamenti più o meno riusciti (ho ormai finito il latte), assenza di sè e di "quasi" gli altri] cova ormai da quasi quattro anni, dover sorridere per far felici gli altri, doversela sbrigare ancora da sola??

io non credo!

ma, se così fosse, io non ci riesco, non più.

16 commenti:

  1. ...e tu chiedigli cosa intende per inerzia, parla con lui, dopo aver messo a letto i figli e salutato la mamma...voi due soli...semplicemente forse si sente un'attimino trascurato...e poi anche gli uomini più uomini...ogni tanto giocano di ripicca come i bambini...Tu mi trascuri...allora io ti trascuro...
    Piccola crisi di coppia...sta a te cercare la forza in te stessa per cambiare le cose....l'hai scritto qui a destra...
    Dai che ce la fai!!
    Un abbraccio forte forte
    Antonella

    RispondiElimina
  2. certo che ce la fai sei nata donna mica per niente!!!
    E' nei momenti più cupi che noi donne riusciamo a trovare una forza che non pensavamo di avere. Ti capisco, passo da un momento di crisi all'altro con pochi sprazzi di euforia (problemi di bimbi adolescenti)ma tu pensa ai tuoi bimbi che sono meravigliosi e di a tuo marito di aiutarti a tirati fuori dalla tua inerzia e che non sia un alibi per scantonare le fatiche che in due si affrontano meglio. Sei in gamba e vedrai che presto , anche se con un po' di fatica, ne uscirai anzi, ne uscirete tu, tuo marito e i tuoi bimbi più forti di prima.
    Se hai voglia in qualsiasi momento scrivimi, a volte anche solo parlarne ti fa stare meglio.
    un abbraccio gigantesco a una donna e mamma meravigliosa.
    E poi scusa ma la tua mamma deve capire che tuo marito non ti mantiene ma provvede alla sua famiglia che, scusa se è poco, è una cosa molto diversa!!!
    a presto pat

    RispondiElimina
  3. No!
    Non le voglio sentire queste cose!
    Cioè, dille, urlale se necessario, ma prenditi un giorno una sera un pomeriggio con lui e chiarite! Ora, senza prendere tempo, perché più tardi è troppo tardi!
    "Ti mantiene???" Scusa, ma tu stai lì a fare la bella vita? sei ogni giorno dal massaggiatore, ogni giorno passi a farti lo shampoo dal parrucchiere?!!
    Scusa se sono un po' cruda ma sarebbe molto meglio se mamma se ne stesse fuori... parlatene voi due, insieme, trovate un po' di tempo per voi, ritrovatevi. E' ora il momento di reagire. Ora.
    Un abbraccio, forteforteforte!
    polepole

    RispondiElimina
  4. Cerca di reagire e ribellarti a questa inerzia ...è normale sentirsi stanche , demotivate, apatiche, dopo aver passato 24 ore al giorno ad accudire la tua bambina di pochi mesi. Se poi ci metti un po' di depressione post partum , il gioco è fatto! Non chiuderti in te stessa, se tuo marito non fa il primo passo , fallo tu. Forse non ci si pensa mai, ma gli uomini a volte sono un po' "gelosi" del rapporto che si instaura fra una madre ed il proprio figlio. E' un rapposrto unico che nessun padre potrà mai vivere e questo solo perchè la natura ha voluto così, non per altri motivi. Può darsi che tuo marito reclami sua moglie tutta per sé e lo fa come se si sentisse abbandonato. Non mollare, credi in te stessa, hai due bambini meravigliosi che hanno bisogno di una mamma e un papà sererni. Tua madre forse potrebbe risparmiarsi qualche commento poco gradevole e magari dare una mano a curare i bambini mentre tu ti ritagli un po' di spazio per ritrovare l'armonia con tuo marito. Vedrai che ce la farai anche se ora tutto sembra buio e se hai bisogno di parlare non esitare a scrivermi, fa sempre bene sfogarsi un po'.
    Ti abbraccio forte forte.
    Ale

    RispondiElimina
  5. cara che dire, purtroppo gli uomini hanno una marcia in meno di noi o meglio noi abbiamo una marcia in più, di loro.
    E' vero che è normale che tu occupandoti tutto il giorno dei bimbi, non riesci a trovare un momento per lui(è sarcastico, non una critica, ovviamnete)ma ancora una volta toccherà a te fare il primo passo e dopo tutto quello che avete passato, meritate un pò di serenità.
    Anch'io ti consiglio di fare il primo passo, sicuramente vi scontrerete, ma fa bene alla coppia, purchè sia costruttivo e vedrai che ce la farete a superare questo brutto momento.
    Avete passato dei dolori più grandi, questo non è da meno, ma trovate la forza di farlo ancora una volta.POi facci sapere come è andata.
    Ti abbraccio fortissimo e un bacetto ai tuoi piccolini.
    Sabry

    RispondiElimina
  6. TI MANDO L'INDIRIZZO IN PRIVATO, VEDIAMO SE CI RIESCO ....... PANPANPI

    RispondiElimina
  7. ciao bella..devo mandarti qualcosa così ti coccolo un pò:) cortesemente e quando ti va..mi mandi il tuo indirizzo che nn riesco più a trovare sulla mia mail? per la questione marito...tieni duro! le donne sono forti e tenaci..parlane..certo sono cose che nn si dimenticano purtroppo. un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Che brutto destino noi donne...
    Io non me ne farei una colpa,anzi.
    Purtroppo gli uomini non capisco dei grandi e tanti ruoli che ricopre una donna, moglie, mamma, amante, balia, domestica, figlia, sorella, amica, ecc ecc.
    Per loro una donna deve stare sempre al top, sembre bella, magra, giovane, carina e SORRIDENTE!!!!
    Ma poi quando passono a loro i 5 minuti, sia mai che puoi parlargli, diventano intrattabili e vogliono essere lasciati soli a sfogarsi.
    Noi no!Che ci sia il sole o la pioggia, che sia giorno e donne dobbiamo continuare a ricoprire i nostri 1000 ruoli, donna, mamma, figlia, sorella, moglie, amante, domestica, cuoca, ecc ecc.
    E' arrivata l'ora di fargli capire che anche noi siamo esseri umani, proprio come loro e che una donna dopo aver avuto due bambini, averli portati per 9 mesi, partoriti, allattati, cresciuti, sfamati, cullati, ascoltati, vestiti, lavati, pettinati, baciati, vegliati la notte...forse arriva un punto in cui è stanca!!!
    La natura dovrebbe fare in modo che un figlio lo fa la donna e l'altro l'uomo, cos' capiscono(forse).
    Cara, cerca di allearti con una donna, l'unione fa la forza e solo lei potrà capirti ed aiutarti con i tuoi cuccioli.
    Tuo marito, se ti ama si accorgerà delle cazzate che fa e ricomincerà a considerarti come donna.Per il momento pensa a stare bene tu e i tuoi bambini, che con le depressioni(soprattutto quelle dopo il parto) non ci si scherza.Capito??
    Un bacio e stammi bene!!!

    RispondiElimina
  9. ti mando un grosso abbraccio Barbara......

    RispondiElimina
  10. Ciao Barbara... io non posso dirti altri che ..TRANQUILLA!! il tuo attuale stato è fisiologico e penso che sia comune a tantissime donne... e visto che ho qualche anno più di te e che sono sopravvissuta a due figlie a due anni di distanza con in più un lavoro che mi impegnava anche 10 ore al giorno.. ti posso assicurare che ci se la fa.. non è facile... spesso manderesti tutti a quel paese e si rimane sempre con quel senso di insoddisfazione come se non si facesse mai abbastanza... ma se ne esce... i figli crescono, tu cominci a guardarti intorno e a vedere che non esistono solo loro... e ritrovi la voglia e la concentrazione per dedicarti anche agli altri... il mio più sincero augurio di un 2011 pieno di serenità... e di un po' di aiuto (se l'aiuto non arriva CHIEDILO!!!) Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. ciao barbara,
    dove sei? 2011 abbracci!!!! Dammi notizie anzi, dacci notizie. Non serve un romanzo basta un post con ok e noi capiamo.
    Ti aspettiamo
    Un bacio grande Pat

    RispondiElimina
  12. Ciao! che rabbia!!! Non ho un marito ma posso capire la rabbia che hai dentro!
    Dovete assolutamente chiarire e poi non è vero che ti mantiene.. chi si occupa della casa e dei bambini??? Non mi pare che sia un compito facile... quindi rimboccati le maniche e parla con tuo marito, fagli capire che non stai a casa a far nulla ma che anche se non lavori di lavoro ne hai e non finisce, come per lui, con la chiusura dell'ufficio..

    RispondiElimina
  13. Come capisco.... Lo sto vivendo. Ti abbraccio anche se non ci conosciamo, e spero di rileggerti presto.
    Anny

    RispondiElimina
  14. vado controcorrente, dì a tuo marito che si dia una mossa .... che sia lui a fare qualcosa. che ti sollevi con la casa o i figli.
    perchè mai tocca sempre a noi????
    Un abbraccio Giuly

    RispondiElimina
  15. ciao bella bimba, ero passata a farti un salutino e a ringraziarti per la bella sopresa che ho trovato nella buca delle lettere, poi ho letto il post...
    oh mamma, che succede???

    sai ti capisco perfettamente, credo che tutte le donne specie alla seconda gravidanza passano questo periodo... io ho accumulato per molto tempo perchè credevo di essere super-woman e invece non è così!
    Insomma dopo due anni di combattimento interno sulla mamma donna figlia che era in me, l'anno scorso sono scoppiata vicino a mio marito con un pianto e una litigata pazzesca in piena notte....
    l'ho lasciato nel letto e sono andata a dormire con Massi dopo mezz'ora il maritino è venuto da me per riportarmi nella mia metà del lettone perchè mi voleva vicino a sè, abbiamo parlato tutta la notte tenendoci la mano ed io piangevo a dirotto ma stavolta per tutte le cose belle che mi sussurrava... forse non le pensava veramente forse sono io che non mi vedevo (e ancora non mi vedo) bella come vorrei ma è servito eccome quel litigio.

    spero cucciola di ripassare e di sentire qualche buona notizia, segui il consiglio di Anto che mi ha fatto commuovere....

    in bocca al lupo Barbara, ricorda non sei una mantenuta e pian piano riprenditi il tempo col tuo uomo che poi fa bene anche a noi!!!!


    ps. GRAZIEEEEE di CUORE per il pensiero, un abbraccio!

    RispondiElimina